Umarells

Sono tanti, sono in mezzo a noi, ci osservano e noi osserviamo loro

Archive for aprile 2005

Umarells: scovateli, fotografateli e inviateli

Posted by maso su 29 aprile 2005

Un blog si propone di archiviare le immagini degli anziani sfaccendati alla ricerca di qualcosa da fare. E tutti possono partecipare

In bolognese “umarell“, in italiano anziano o pensionato. Ce n’è almeno uno in ogni famiglia, almeno una manciata in ogni condominio, una nutrita squadra in ogni quartiere. Sono ovunque, si alzano prestissimo perché non riescono a dormire, si mettono in coda all’ufficio postale per pagare le bollette (perché di domiciliazione, manco a parlarne) proprio alle 8.30 del mattino, quando chi va a lavorare tenta di sbrigare le commissioni prima di correre in ufficio. La spesa la fanno al mercato e al supermercato ci vanno nelle ore di punta, per incontrare gente.Se ci sono dei lavori stradali, loro sono lì, a fissare lo scavatore, a scrutare i fori nel marciapiede, a scuotere la testa, a dare consigli (non richiesti) agli operai. Nei parchi non si siedono sulle panchine, ma gironzolano alla ricerca dei giardinieri per fornire loro qualche dritta sulla manutenzione delle piante. Fermano le mamme con i passeggini domandando «quanto ha il piccolo?» per poi non ascoltare la risposta e partire in quarta con: «Quando il mio bimbo aveva l’età del suo, non gli davo mica da mangiare gli omogeneizzati» e via con i suggerimenti sulle pappe.

Un blogger bolognese si è proposto il nobilissimo compito di cogliere l’attimo, di fotografare gli “umarells” mentre sono alle prese con le loro attività preferite e metterli in rete, in una sorta di archivio,a futura memoria. Nessun intento denigratorio, nessuna presa in giro: puro affetto per una categoria in cui presto o tardi si finirà tutti, si spera. Chiunque può partecipare al progetto, inviando immagini digitali rubate qua e là, in giro per le città. Umarells che leggono le bacheche, qualunque bacheca, con le braccia dietro la schiena e il naso in su. Umarells che osservano la gente alle prese con i parcheggi e, eventualmente, forniscono il loro supporto con qualche «venga ancora indietro» o «stoooooooop che tocca!». Umarells in corriera per le gite delle pentole, quelle in cui ti portano al lago, in trattoria e poi di nuovo a casa per 15 euro, ma a metà pomeriggio ti tocca sorbirti la dimostrazione, con annessa vendita, di casseruole e/o prodotti per la casa vari.

E ancora: degustazioni pomeridiane di vinelli alla cantina sociale, partitone a carte in bar di periferia, operazioni di pulitura con stuzzicadenti, passeggiatine con mani in tasca mentre si conversa di malattie (proprie e altrui), di fronte agli asili e alle scuole con palettina rossa per far attraversare i bimbi in uscita… Le attività si sprecano, elencarle tutte è un lavoro, fotografarle uno spasso. Volontari cercansi.

Giorgia Camandona

copiato incollato da Libero Magazine

Annunci

Posted in umarells | Leave a Comment »